+39 3484672100 info@14spm.com

Crowdfunding: la raccolta fondi 2.0

Print
Finanziarsi attraverso una moltitudine di persone. Letteralmente e praticamente è questo il Crowdfunding.

Una startup che ha bisogno di fondi può finanziarsi in molti modi, abbiamo già scritto di Business Angel e Venture Capitalist, ovviamente può farlo anche attraverso prestiti bancari, fondi destinati ai giovani imprenditori o rivolgersi al web!

Anche se il web non ha un numero di telefono a differenza di banche, Business Angel e Venture Capitalist, oggi internet offre la possibilità di finanziarsi e trovare i propri clienti più facilmente; e tra i vari servizi web il crowdfunding è probabilmente l’opportunità migliore per lanciare un progetto senza avere i fondi necessari.

La tua faccia dopo aver “raccolto” 20 Milioni di dollari $$$!

Per comprendere meglio cos’è e quanto è importante è giusto che sappiate che un’azienda, con una campagna di raccolta fondi, è riuscita ad ottenere ben 20 milioni di dollari!

Il “Pebble Time” e il team di sviluppo di questo orologio intelligente (probabilmente grazie anche al successo mediatico del più famoso Apple Watch) sono riusciti a raccogliere denaro da oltre 78.000 persone. Il progetto in questione ha raccolto la somma necessaria (500.000 dollari), oltre a superarla, lanciando una campagna attraverso il sito kickstarter.com. Quest’ultimo è uno dei più famosi per quanto riguarda il crowdfunding.

Grazie a Kickstarter hanno ricevuto finanziamenti non solo aziende tecnologiche ma anche film indipendenti, musicisti, fumetti e aziende di qualsiasi altro campo. Tutto questo è possibile perché ogni persona dotata di connessione ad internet può finanziare un progetto su Kickstarter o qualsiasi altro sito di crowdfunding.

cfplatforms

Per comprendere meglio come funziona è però necessario chiarire che nessun finanziatore avrà una quota di azienda o un ritorno in denaro (certo o eventuale) per la somma versata, che siano poche decine o migliaia di euro! Le aziende che vogliano finanziarsi attraverso le piattaforme di crowdfunding solitamente offrono ai propri finanziatori alcune ricompense; nel caso di un film vanno dalla locandina, alla maglietta autografata dal cast, all’inserimento dei nomi dei finanziatori nei titoli di coda. Nel caso di prodotti spesso si riceve a casa il prodotto stesso prima del lancio sul mercato, un ricompensa che spesso vale centinaia di euro.

Chiunque abbia un progetto e vuole realizzarlo può (scegliendo la data entro cui una somma minima di denaro dave essere raggiunta) richiedere di farsi finanziare su Kickstarter (o qualsiasi altro sito simile). Se alla data prestabilita la somma di denaro desiderata non è stata raggiunta i soldi saranno restituiti a tutti quelli che hanno contribuito, in caso contrario la piattaforma tratterrà una commissione sul denaro raccolto e l’azienda potrà sviluppare il proprio prodotto.

Non è tutto così semplice, ci sono molte cose da tenere in considerazione: non tutte le campagne raggiungo l’obiettivo prestabilito; alcune volte la stima del denaro necessario è arrotondata per difetto e risulta insufficiente. Inoltre una campagna di successo non dà alcuna certezza di successo al progetto in questione, che una volta sul mercato potrebbe non attrarre nuovi clienti.

Last but non least: nessuna campagna di raccolta fondi è gratuita! Senza pubblicità, una efficace campagna sui social media, il contributo dei media in generale, è difficile raggiungere l’obiettivo!

Se non avete ancora compreso cos’è ecco alcuni disegni:
https://www.youtube.com/watch?v=h-yff2Ord80

EXTRA:
Il crowdfunding non è solo un mezzo di finanziamento per startup! Esistono diversi casi in cui questo mezzo, che non è poi così innovativo se non nel utilizzo del web come media, è stato utilizzato per restauri o altre opere di interesse pubblico grazie alle donazione di cittadini privati.

Insomma sapere cos’è non è utile solo alle giovani startup. La prossima campagna di crowdfunding a cui parteciperai potrebbe essere quella per rendere più bello un quartiere o per realizzare vere e proprie opere di beneficienza.